24 aprile 2011

Tisana digestiva ai semi di finocchio

E' Pasqua. 
In questi giorni di festa le abbuffate non mancano di certo ed è per questo che, andando un po' contro corrente, vi propongo qualcosa che vi aiuti ad alleggerire lo stomaco in primis e di conseguenza anche lo spirito: una tisana digestiva.


Quella che vi propongo oggi è una tisana a base di semi di finocchio, che sono utili in caso di difficoltà digestive di varia natura o per chi ha problemi di pancia gonfia e, come un po' tutte le tisane a mio avviso, aiutano a rilassarsi prima di coricarsi.

Ingredienti:                                                          Tempo: 10 minuti 
acqua naturale                                            
semi di finocchio                
zucchero (o miele)                                                 Difficoltà: facilissima
succo di limone

In un pentolino portate ad ebollizione dell'acqua naturale e, dopo aver spento il fuoco, aggiungete i semi di finocchio, in quantità pari a 1 cucchiaino per tazza d'acqua. Lasciate riposare per almeno 5 minuti. Versate nelle tazze la tisana così ottenuta filtrandola con  l'aiuto di un colino.
Per rendere il gusto meno amaro potete aggiungere mezzo cucchiaino di zucchero e una spruzzata di limone per tazza.
Bevetela ben calda e già dopo pochi minuti ne sentirete i benefici.

19 aprile 2011

Pasta con ricotta e zucchine


Ingredienti per 2 persone:                         Tempo: 30 minuti
160 g pasta corta                                                                    
150/200 g zucchine
100 g ricotta                                                 Difficoltà: facile
spicchio d'aglio 
olio d'oliva
prezzemolo tritato                                       
un pizzico di sale
formaggio grana o parmigiano

Ponete sul fuoco una pentola con dell'acqua fredda. Quando comincia a bollire salate l'acqua e buttate la pasta. Ogni tanto ricordatevi di mescolarla in modo che non si attacchi.
Nel frattempo lavate le zucchine, mettetele su un tagliere, togliete la parte iniziale e terminale e tagliate il resto a julienne.
In una padella antiaderente posta su fuoco basso fate soffriggere in un po' d'olio caldo lo spicchio d'aglio e un po' del prezzemolo tritato, facendo ben attenzione che non si brucino.
Appena il soffritto sarà pronto versate le zucchine tagliate,  aggiungete un pizzico di sale e cominciate la cottura. Per non far bruciare le zucchine potete bagnarle con dell'acqua quando necessario. Io preferisco non farle cuocere troppo, in modo che restino croccanti. 
Verso fine cottura aggiungete la ricotta, il restante prezzemolo e aggiustate di sale. Verificate la cottura del sugo a seconda del tipo di ricotta, ovvero se questa sia  più liquida o compatta, in modo che tutto sia ben amalgamato.
Quando la pasta sarà al dente scolatela e versatela nella padella del condimento, aggiungendo un po' di acqua di cottura della pasta se dovesse risultare troppo asciutta.
Aggiustate la sapidità grattuggiando sopra un po' di formaggio grana, meglio se a scaglie e bon appétit! 

3 aprile 2011

Insalatona


E' primavera e cominciamo ad aver voglia di mangiare anche qualcosa di fresco. Per questo ho pensato ad un'insalatona. Le variazioni sul tema sono tante e dipendono dalla stagione e dai suoi frutti, ma io uso sempre alcune semplici regole: la base è costituita da insalata verde (a scelta: valeriana, lattuga o altro) ed una rossa, ovvero il radicchio (di Treviso, di Chioggia, di Verona); a questa base aggiungo verdure con colori diversi (verde, rosso, arancio: i diversi colori ci garantiscono anche un apporto di vitamine diverse) un po' in base al mio gusto, ad esempio carote e pomodori difficilmente mancano come rucola e basilico che danno quel non so che in più! Ma poi ci sono anche zucchine, finocchio, mais, olive, carciofi sott'olio ed i meno tradizionalisti non disdegnano neanche la frutta, come ad esempio del melone. Ed infine aggiungo qualcosa di un po' sostanzioso: ed ecco allora l'uovo sodo o il tonno, oppure del formaggio a dadini (mozzarella, ricotta, montasio, latteria...), o del prosciutto cotto a dadini.  

Ed ora veniamo all'insalata proposta nella foto che è costituita da:

Ingredienti:                                                                Tempo: 15 minuti
qualche foglia di lattuga
qualche foglia di radicchio variegato
rucola                                                                         Difficoltà: facilissima
una carota
un pezzetto di zucchina
un pomodoro
un uovo sodo
sale, pepe, olio d'oliva, aceto balsamico

Cominciamo col cuocere l'uovo: porre l'uovo in un pentolino  con dell'acqua fredda, fino a ricoprirlo. Mettere sul fuoco il pentolino e quando l'acqua comincia ad entrare in ebbollizione abbassare un po' la fiamma in modo che il guscio non si rompa (si può anche mettere del sale nell'acqua per la stessa ragione) e lasciare bollire per 5 minuti. Quindi togliete l'uovo dal fuoco e mettetelo in un recipiente con acqua fredda, magari con del ghiaccio. Questo non solo permetterà di sbucciare l'uovo senza scottarsi, ma renderà anche più facile l'operazione stessa.
Intanto in una ciotola capiente cominciate a spezzettare con le mani le foglie di lattuga, radicchio e rucola, precedentemente lavate e asciugate. Aggiungete il pomodoro a fette, la zucchina tagliata molto sottile e le carote a strisce sottili (io le faccio con il pelapatate ;-) usato nel senso della lunghezza). Infine ponete l'uovo sodo tagliato a spicchi, condite con sale, pepe, aceto balsamico e olio d'oliva e mescolate. Accompagnate con fettine di pane, magari scaldato sulla padella e bon appétit!